Testamento del sacerdote

La decisione di redigere il testamento è per il sacerdote l’occasione per esprimere le istanze di giustizia e di libertà interiore che guidano il suo rapporto con i beni temporali.
La stesura del testamento presuppone, infatti, la distinzione inequivocabile tra i beni della Chiesa e quelli personali e, all’interno di questi ultimi, la separazione tra i beni di origine familiare e quelli derivati dal ministero. In quest’ottica il sacerdote è chiamato a tradurre nelle sue disposizioni testamentarie la libertà e lo spirito di condivisione proprie del cristiano consacrato al servizio della Chiesa.

Guida per il testamento del sacerdote