Prima Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani “Io sono con te tutti i giorni” –  Domenica 25 luglio 2021

La celebrazione della prima Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani si colloca al centro dell’anno che il Santo Padre ha dedicato alla famiglia in occasione del quinto anniversario dell’esortazione apostolica Amoris Laetitia. Non si tratta di un caso, ma di una scelta che nasce dalla consapevolezza di come gli anziani – tutti gli anziani, anche quelli che non sono nonni – abbiano bisogno di un ambiente familiare in cui vivere e di come sia necessario che le famiglie prendano coscienza del ruolo che essi dovrebbero avere. 

Nel nostro mondo il rapporto tra anziani e famiglie non è più scontato. La stessa pastorale familiare, sovente preoccupata dei rapporti di coppia o tra genitori e figli, fatica a mettere a tema la relazione tra genitori anziani e figli adulti e quella tra nonni e nipoti. 

Di fronte ad uno scenario così complesso (la pandemia, la ricerca di un nuovo protagonismo degli anziani e la crisi dei rapporti familiari) la Chiesa, proprio per aiutare le persone a non cedere allo sconforto e all’abbattimento, ha voluto scegliere un modo semplice per dare avvio ad un cammino comune e per alimentare la solidarietà: quella di fare festa. Anziani e giovani insieme: genitori e figli; nonni e nipoti; appartenenti o meno alla stessa famiglia. Per questo il desiderio è che la celebrazione della prima Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani sia vissuta come un momento di festa che coinvolga tutte le generazioni. Non si tratta di una felicità ingenua, ma di una gioia che nasce dalla consapevolezza che il Signore è vicino alla vita degli anziani come a quella dei più giovani: Egli è con noi tutti i giorni. Fra le tante modalità di vicinanza che le nostre comunità e le singole persone possono utilizzare per “farsi prossimi” agli anziani, ne suggeriamo una, di facile realizzazione e di grande efficacia: la visita. 

Qualche idea: 

  1. invitiamo ogni comunità parrocchiale ed ogni unità pastorale a celebrare il 25 luglio 2021, in prossimità della memoria dei santi Gioachino ed Anna, nonni materni di Gesù, una Messa in occasione della Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani; di far memoria degli anziani della propria comunità morti a causa del Covid-19; 
  2. proponiamo alle famiglie, ai giovani, di compiere una visita ai nonni e, soprattutto, agli anziani soli, per consegnar loro il Messaggio del Santo Padre (che vi alleghiamo). 

“…un interpellante mosaico.. ” (Amoris Laetitia n. 57) e i nonni, gli anziani ne sono meravigliosi tasselli, con le loro ricchezze e fragilità. 

Ufficio per la Pastorale della Famiglia 

Preghiera per la Giornata dei nonni e degli anziani

Messaggio di papa Francesco per la Giornata dei nonni e degli anziani