Il vescovo Daniele e quattro preti della diocesi in udienza da Papa Francesco

Sabato prossimo, 20 giugno 2020, il vescovo Daniele e quattro preti della diocesi parteciperanno all’udienza con la quale Papa Francesco vuole esprimere la sua vicinanza alle zone più colpite dalla pandemia CoViD-19. Pubblichiamo di seguito la comunicazione del vescovo Daniele a questo riguardo:

«Lo scorso 8 giugno 2020 ho ricevuto un’email dell’Arcivescovo metropolita di Milano, mons. M. Delpini, che mi comunicava quanto segue: “Papa Francesco intende esprimere la sua solidarietà, vicinanza, incoraggiamento ai vescovi delle diocesi più provate dall’epidemia, ai presidenti delle regioni più tribolate, ai medici e agli infermieri, ai preti. Pertanto ci ha invitato a un incontro a Roma, in orario da definire il 20 giugno p.v.”
Le diocesi lombarde interessate sono quelle di Bergamo, Brescia, Crema, Cremona e Lodi – e Milano, per lo meno nella persona dell’Arcivescovo, che ci accompagnerà. Non ho informazioni circa il modo in cui la Prefettura della Casa pontificia, che organizza l’incontro, ha invitato amministratori, medici e infermieri. A ciascuno di noi vescovi delle diocesi coinvolte è stato chiesto, invece, di individuare quattro-cinque preti, ai quali proporre la partecipazione a questo incontro. Ho pensato subito di invitare in primo luogo i nostri preti che sono stati ricoverati in ospedale con la diagnosi di polmonite da CoViD-19: don Gian Benedetto Tommaseo, don Natale Grassi Scalvini e don Mario Botti, che volentieri hanno accolto questo invito; ci accompagnerà il Vicario generale, don Maurizio Vailati.
Naturalmente porteremo con noi, in spirito, tutta la Chiesa di Crema: e non mancheremo di ricordare al Papa che avevamo già in programma, per il 18 aprile scorso, un’udienza speciale per la diocesi: udienza che è stata rinviata a causa dell’emergenza sanitaria ma alla quale, per quanto sta in noi, non intendiamo rinunciare!
Sabato mattina, prima di accedere all’udienza, noi cremaschi celebreremo la Messa nella Basilica Vaticana, all’altare di san Giovanni XXIII: in modo speciale in quel momento affideremo a Dio, nella celebrazione dell’Eucaristia, tutta la diocesi, tutti i preti (la maggior parte dei quali in queste settimane ricorda l’anniversario dell’ordinazione presbiterale) e, in un modo speciale, gli ammalati; e una preghiera speciale faremo anche per i bambini e i ragazzi e per tutti quelli che, attraverso l’impegno educativo degli Oratori, se ne prendono cura in questo tempo estivo.
Chiediamo a tutti di accompagnarci con la preghiera, in attesa di potervi poi raccontare di questa giornata di grazia che ci attende.
Dio vi benedica!

Crema, 16 giugno 2020

vescovo Daniele