Giubileo 2025: iniziative diocesane e materiali

condividi su:

Il 2025 sarà l’anno del Giubileo.

 

Che cosa è un Giubileo?

Il Giubileo è sempre stato un evento di popolo. Il primo Anno Santo del 1300 nacque, infatti, su richiesta del Popolo di Dio. In un clima di cambio secolo, i fedeli di Roma domandarono a Papa Bonifacio VIII, come si legge nella bolla d’indizione, “un’indulgenza di tutti i peccati, non solo piena e più abbondante, ma pienissima”.

Il Giubileo è sostituito da gesti concreti. Il più emblematico ed evocativo è l’apertura della Posta Santa. I pellegrini vi si recano in pellegrinaggio, la baciano con devozione e si inginocchiano sulla soglia in preghiera. Nei pellegrinaggi c’è la concretezza del cammino, durante il quale il pellegrino fatica e incontra i compagni sulla strada. C’è la concretezza dei sacramenti: la confessione ela riconciliazione con Dio, l’Eucarestia. C’è la concretezza delle opere di penitenza, di digiuno e di carità. E’ l’Incarnazione del Signore Gesù che spalanca la nostra storia e mostra la sua presenza in mezzo a noi. Una speranza concreta che si può toccare.

Il Giubileo non nasce come intuizione dei Papi, dei pastori o dei teologi. E’ il frutto della fede del Popolo di Dio. E’ l’evento più popolare nella vita della Chiesa: il tempo del pellegrinaggio alle tombe degli Apostoli, l’esperienza della Porta Santa, il tempo della conversione, di una particolare vicinanza ai sacramenti.

 

Le iniziative diocesane

  • Tutti i lunedì alle ore 17.30 presso la Chiesa di San Giovanni a Crema: recita del Vespro e breve catechesi sul Giubileo.
  • Dal 28 al 30 marzo 2025: pellegrinaggio diocesano a Roma. Seguiranno aggiornamenti.
  • Sono in programma pellegrinaggi a piedi e in bicicletta. Anche per questi seguiranno aggiornamenti.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile consultare il sito www.iubilaeum2025.va.

 

I materiali

Sussidio per l’anno della preghiera