Padre Alfredo Cremonesi beato

Sabato 19 ottobre,  nella cattedrale di Crema gremita di fedeli, nella Celebrazione Eucaristica, il cardinale Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha proclamato beato il servo di Dio padre Alfredo Cremonesi.

Con lui hanno concelebrato il nostro vescovo monsignor Daniele Gianotti, il vescovo birmano di Taungngu monsignor Isaac Danu, i vescovi lombardi tra cui un emozionato monsignor Oscar Cantoni (ora a Como, ma che per anni a Crema ha seguito la Causa di padre Alfedo), i vescovi di origini cremasche monsignor Franco Manenti (guida della diocesi di Sinigallia) e monsignor Rosolino Bianchetti (vescovo del Quiché in Guatemala), il sottosegretario della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli padre Ryszard Szmydki, il superiore generale del Pime (l’Istituto missionario di padre Alfredo) padre Ferruccio Brambillasca e la quasi maggioranza dei sacerdoti cremaschi. 

Un momento di grande intensità in cui tutta la Chiesa di Crema ha reso lode a Dio per il dono di un testimone così autorevole della fede nato nella nostra terra cremasca.

Domenica 20, nella parrocchia di Ripalta Guerina, paese natale di padre Alfredo, il vescovo Daniele ha presieduto la Santa Messa di ringraziamento per la beatificazione. Ha fatto seguito alla Celebrazione eucaristica lo svelamento dell’immagine di padre Cremonesi posizionata in un altare laterale della parrocchiale, opera del pittore cremasco Luciano Perolini.  Vi è stata poi la possibilità di venerare personalmente la reliquia del beato.

Testo omelia beatificazione padre Cremonesi

Testo omelia Messa di Ringraziamento a Ripalta Guerina