Mons. Carlo Ghidelli

Arcivescovo emerito di Lanciano-Ortona

Nato a Offanengo il 24 aprile 1934 e riceve l’ordinazione presbiterale il 28 giugno 1958 per la Dicoesi di Crema.

Dopo gli studi nel seminario ha conseguito la laurea in teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma e successivamente la licenza in Sacra Scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma.

In diocesi, ha svolto il suo servizio come docente nel seminario (1958-1982), è stato segretario del vescovo Carlo Manziana (1964-1982) e assistente dell’Azione Cattolica (1976-1983).

Come biblista, è stato docente nella Facoltà teologica dell’Italia settentrionale di Milano (1970-1982). Nel 1983 lascia i vari incarichi e tutti gli impegni pastorali per assumere il delicato ruolo di sottosegretario della Conferenza Episcopale Italiana, che svolge fino al 1986, quando viene nominato assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nella sua sede di Milano, incarico che ricopre fino al 2000.

Il 25 novembre 2000 papa Giovanni Paolo II lo elegge arcivescovo di Lanciano-Ortona. Il 14 gennaio 2001 viene ordinato vescovo dal cardinale Giovanni Battista Re (co-consacranti Enzio d’Antonio e Angelo Paravisi) prendendo possesso dell’arcidiocesi nello stesso giorno. In tale veste è anche presidente della Conferenza Episcopale Abruzzese e Molisana dal 2004 al 2011.

L’11 ottobre 2010 papa Benedetto XVI accoglie la sua rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi di Lanciano-Ortona per raggiunti limiti d’età, e da quel momento Ghidelli risiede a Milano.

È membro del Centro Studi dell’Unione Apostolica del Clero (UAC).