Epifania del Signore

6 gennaio 2021 – EPIFANIA DEL SIGNORE – solennità (bianco)
Messa propria, Gloria, Credo, pref. proprio – Ricordo della solennità nella preghiera eucaristica
Lezionario domenicale – Anno B Sir Is 60,1-6 | Sal 71 | Ef 3,2-3a.5-6 | Mt 2,1-12
Sequenza ANNUNZIO DEL GIORNO DELLA PASQUA
Dopo la lettura del Vangelo il sacerdote o il diacono o un cantore può dare l’annunzio del giorno della Pasqua.
Liturgia delle ore Ufficio della solennità – all’ora media ant. e salmi propri

GIORNATA DELL’INFANZIA MISSIONARIA

“Spesso, nei vangeli, i luoghi non danno solo indicazioni geografiche, ma suggeriscono riflessioni per la fede: Gerusalemme qui è in qualche modo simbolo del «no» detto a Gesù: il no del potere politico che cerca di eliminare il presunto avversario; il no del potere religioso, che pure sa leggere e interpretare correttamente le sacre Scritture, ma poi non ne tira le conseguenze; il «no» della folla, che si lascia facilmente manovrare, come accadrà poi nei giorni della Passione…
E questo «no» è ancora più paradossale, ancora più stridente, in quanto si confronta con il sì di quelli che vengono da lontano, e sono certamente dei pagani, studiosi e forse persino adoratori degli astri…
Eppure, proprio loro si sono lasciati attirare fino a Gesù…Come questo avvenga, Dio solo lo sa, anche se forse qualche volta possiamo intuirlo. Più importante però è il fatto che tutto questo non rende assolutamente inutile, tutt’altro, la testimonianza di quanti sono «vicini». Ciò che accadde tanto tempo fa a Gerusalemme, può accadere anche oggi con noi, che vogliamo essere discepoli di Gesù. Dio accende le sue stelle per i «lontani», ma poi in un modo o nell’altro li manda anche verso di noi, ed è a noi credenti che ancora viene chiesto di rispondere alla domanda: «dov’è il Re dei Giudei, che è nato?».” dall’omelia del Vescovo Daniele – 6 gennaio 2018

Epifania

a cura dell’Ufficio Liturgico

l’immagine: Adorazione dei Magi – Gian Paolo Cavagna (1556? – 1627) – Cattedrale di Crema