Le Celebrazioni della Settimana Santa e della Pasqua 2020

La Diocesi di Crema comunica che le celebrazioni della Settimana Santa si svolgeranno secondo le disposizioni della Santa Sede e della Conferenza Episcopale Italiana, nel rispetto delle misure di emergenza che sono state stabilite dall’autorità pubblica per fronteggiare l’epidemia CoViD-19.

Tutte le celebrazioni saranno a porte chiuse, con l’eventuale presenza solo di qualche fedele, necessario allo svolgimento dei riti stessi (ad es. lettore, cantore… e, nel caso che la celebrazione sia diffusa attraverso una diretta streaming, l’operatore o gli operatori della diretta). Ai preti di parrocchie vicine è stata lasciata la possibilità di unirsi in una sola celebrazione (in particolare per il giovedì santo e la Veglia pasquale). In tutti i casi, dovranno essere rispettate le norme di sicurezza stabilite dall’autorità pubblica.

La tradizionale veglia dei giovani, per la celebrazione diocesana della Giornata della gioventù, tenuta abitualmente alla vigilia della domenica delle Palme, sarà sostituita da quattro appuntamenti, di circa 20 minuti ciascuno, trasmessi in diretta dalla cattedrale alle 20:30 di sabato 4, lunedì 6, martedì 7 e mercoledì 8 aprile. Per ulteriori informazioni, si rimanda al sito internet del servizio diocesano di Pastorale giovanile.

La celebrazione della domenica delle Palme (domenica 5 aprile) non prevede né la benedizione né la distribuzione degli ulivi benedetti; la Messa si svolgerà, nelle chiese parrocchiali, secondo la “forma semplice” prevista dal Messale.

Nel giorno del mercoledì santo (8 aprile), è stata proposta ai sacerdoti una giornata di “digiuno eucaristico”, nella quale non celebrare la santa Messa e tenere invece (sempre a porte chiuse, ma a un orario comunicato ai fedeli) una liturgia penitenziale; in occasione di questa, i fedeli possono compiere un atto profondo e sincero di richiesta di perdono a Dio per tutti i propri peccati, compiendo un gesto penitenziale e impegnandosi a celebrare poi il sacramento della Penitenza appena sarà possibile; potranno così ricevere il perdono di Dio ed essere aiutati a vivere in più profonda comunione con Lui e con i fratelli il Triduo santo e le feste pasquali.

Il giovedì santo (9 aprile) non si celebrerà la “Messa del Crisma”, che viene trasferita a data da destinarsi. La Messa vespertina “nella cena del Signore” non prevede il rito della lavanda dei piedi, né la processione per la riposizione del Ss.mo Sacramento. È stata lasciata ai parroci la possibilità (previa intesa con l’autorità pubblica) di portare brevemente il SS.mo Sacramento in qualche via o piazza, per rendere possibile un gesto di adorazione da parte dei fedeli dalle proprie case, in sostituzione dell’adorazione eucaristica che abitualmente si faceva nelle chiese la sera del giovedì santo.

Nelle celebrazione della Passione del Signore del venerdì santo (10 aprile), in particolare nella grande “preghiera universale”, sarà inserita un’intenzione speciale di preghiera per la situazione di emergenza sanitaria che stiamo attraversando. I sacerdoti sono invitati, al termine della celebrazione (e sempre d’intesa con l’autorità pubblica), a uscire con la croce per rendere possibile per i fedeli, dalle proprie case, un gesto di adorazione.

Nella Veglia pasquale, che si celebra la sera del sabato santo (11 aprile), saranno omessi il rito dell’accensione del fuoco nuovo e anche le eventuali celebrazioni di battesimi.

La domenica di Pasqua, 12 aprile, i parroci sono invitati a far suonare festosamente e a lungo le campane, all’ora della Messa e a mezzogiorno, come segno di annuncio della Pasqua del Signore. Le celebrazioni delle sante Messe si terranno secondo le modalità già attuate nelle settimane scorse.

Il Vescovo Daniele presiederà le celebrazioni della Settimana santa in cattedrale, secondo il seguente orario:

  • Domenica 5 aprile, ore 10: santa Messa della “Domenica delle Palme e della Passione del Signore”
  • Lunedì e martedì della Settimana santa, 6-7 aprile, ore 8: Lodi e santa Messa
  • Mercoledì della Settimana santa, 8 aprile, ore 8: Lodi e Liturgia penitenziale
  • Giovedì santo, 9 aprile, ore 17: santa Messa “in cena Domini”
  • Venerdì santo, 10 aprile, ore 8: Ufficio di letture e Lodi; ore 15: Celebrazione della Passione del Signore
  • Sabato santo, 11 aprile, ore 8: Ufficio di letture e Lodi
  • Sabato santo, 11 aprile, ore 20:30: Veglia pasquale
  • Domenica di Pasqua, 12 aprile, ore 10: santa Messa di Pasqua; ore 17: Vespri
  • Lunedì ‘dell’Angelo’, 13 aprile, ore 10: santa Messa

Tutte queste celebrazioni saranno trasmesse in diretta streaming e sulle frequenze radio di RadioAntenna5.

Il vescovo Daniele sta preparando una “lettera pasquale”, indirizzata a tutti i fedeli, con la quale si propone di aiutare i fedeli stessi a vivere bene la Settimana Santa e la celebrazione della Pasqua; nella lettera il vescovo suggerirà anche alcune modalità per vivere nelle famiglie e nelle case i giorni santi. La lettera sarà disponibile sabato 4 aprile.