“LA SPERANZA DEI POVERI NON SARÀ MAI DELUSA” – Convegno Caritas Sabato 9 novembre al S.Luigi

Sabato 9 novembre  presso il S. Luigi , si terrà il terzo Convegno diocesano delle Caritas parrocchiali dal titolo: “LA SPERANZA DEI POVERI NON SARÀ MAI DELUSA”. A tale proposito riportiamo la lettera – invito che il neo direttore Caritas Claudio Dagheti ha indirizzato a tutta la comunità diocesana.

 Carissimo prete, carissimo parroco, carissimi volontari, 

vi scrivo questa lettera per invitarvi al terzo Convegno diocesano delle Caritas parrocchiali “LA SPERANZA DEI POVERI NON SARÀ MAI DELUSA”, che si terrà SABATO 9 NOVEMBRE 2019 presso il Centro giovanile San Luigi a Crema dalle ore 8.45 alle ore 13.00. Nel 2019 ricorrono i dieci anni dalla nascita dei primi Centri di Ascolto per le persone nella diocesi di Crema, avviati su indicazione del Vescovo Oscar come segno tangibile di carità al termine della visita pastorale. Credendo opportuno riflettere e rilanciare questo importante luogo di incontro con il povero, abbiamo scelto proprio l’ASCOLTO come tema di questo terzo convegno: esso, infatti, non identifica solamente un luogo fisico, ma è cifra dell’agire di una Caritas che, oltre ad offrire servizi concreti, è in grado di creare relazioni e di farsi prossima ai poveri che quotidianamente incontra. L’ascolto è l’atteggiamento fondamentale che ogni comunità deve assumere per far spazio alle domande dei poveri, organizzandosi per incontrare e accogliere chi si trova in situazione di bisogno. Grazie all’incontro e alla relazione possiamo davvero restituire speranza a chi versa in situazioni di povertà, solitudine ed emarginazione sociale. Papa Francesco, commentando il Salmo 9, ci ricorda che “«La speranza dei poveri non sarà mai delusa» (Sal 9,19). Le parole del Salmo manifestano una incredibile attualità. Esprimono una verità profonda che la fede riesce a imprimere soprattutto nel cuore dei più poveri: restituire la speranza perduta dinanzi alle ingiustizie, sofferenze e precarietà della vita” (dal messaggio per la Giornata Mondiale dei poveri 2019). 

Riflettere oggi sull’ascolto significa prendere atto che in questi dieci anni la società si è radicalmente trasformata: abbiamo incontrato nuove povertà che ormai son diventate vecchie e nuovissime povertà che a stento si riescono ad affrontare. I poveri vivono spesso un “[…] dramma nel dramma, – continua Papa Francesco – non è consentito loro di vedere la fine del tunnel della miseria. Si è giunti perfino a teorizzare e realizzare un’architettura ostile in modo da sbarazzarsi della loro presenza anche nelle strade, ultimi luoghi di accoglienza. Vagano da una parte all’altra della città, sperando di ottenere un lavoro, una casa, un affetto… Ogni eventuale possibilità offerta, diventa uno spiraglio di luce; eppure, anche là dove dovrebbe registrarsi almeno la giustizia, spesso si infierisce su di loro con la violenza del sopruso […]”. 

 In allegato a questa lettera trovate il programma del convegno, ma vorrei presentare brevemente i due importanti relatori che avremo l’onore di ospitare: 

 Walter Nanni, Sociologo presso Caritas Italiana, coordinatore del Centro e Ricerche di Caritas Italiana. Laico, sposato con figli, esperto di Centri di Ascolto cura da molti anni le pubblicazioni dei Report delle povertà ed esclusione sociale, nonché coordina diversi studi specialistici e ricerche sulle povertà in tutte le diocesi d’Italia. 

 Simona Segoloni Ruta, laica della diocesi di Perugia-Città della Pieve è sposata e ha quattro figli. Docente stabile di teologia sistematica all’Istituto teologico di Assisi, insegna ecclesiologia, mariologia e trinitaria. Ha conseguito il dottorato presso la facoltà teologica dell’Italia centrale con uno studio sulla recezione del Concilio nella teologia italiana. Sostiene una intensa attività di conferenze e di formazione ecclesiale a tutti i livelli. Fa parte del Coordinamento delle teologhe italiane e dell’Associazione teologica italiana. 

 Il convegno si rivolge a tutti i preti, ai parroci, a tutti i volontari delle Caritas parrocchiali (animazione, richiedenti asilo, distribuzioni di generi di prima necessità, Centri di Ascolto, ecc.), ai volontari che prestano servizio in parrocchia anche in ambiti diversi da quello caritativo (catechisti, oratorio, ecc.), alle commissioni diocesane, alle San Vincenzo, a tutti quei volontari che fanno dell’ascolto ai poveri l’essenza del loro servizio (centro di aiuto alla vita, ecc.), a tutti gli operatori del sociale e a tutte le persone interessate. Questo momento sarà inoltre l’occasione per salutare don Francesco Gipponi, nella funzione di direttore della Caritas diocesana. 

Per partecipare è consigliata l’iscrizione: https://forms.gle/Au1FLRYjy8WMgQwN7