NEWS

IL PONTIFICALE DI PASQUA DEL VESCOVO DANIELE

 

Questa mattina, giorno della Santa Pasqua, in una bella giornata di sole, il vescovo Daniele ha presieduto il solenne pontificale alle ore 11 in una gremita cattedrale, protetta da un notevole servizio di sicurezza.

La liturgia è iniziata con l’aspersione dell’acqua benedetta nella notte precedente, ricordo del battesimo.

Nell’omelia il vescovo ha centrato la sua riflessione sul “prodigioso duello tra morte e vita” di cui parla la sequenza cantata prima del Vangelo della risurrezione.

“La festa della Pasqua – ha detto il vescovo Daniele – è il giorno della vittoria del grande duello: Morte e vita si sono affrontate in un prodigioso duello. Il Signore della vita era morto; ma ora, vivo, trionfa.

L’immagine del duello, della lotta, utilizzata dalla sequenza, ci aiuta forse a capire che la fede pasquale è qualcosa di diverso da una banale constatazione del tipo: «tutto è bene quel che finisce bene», da una sorta di «e vissero tutti felici e contenti».

Le titubanze della Maddalena e dei discepoli “ci ricordano la profondità della fede pasquale, una fede che solo lo Spirito può suscitare in noi in modo pieno, e che ci domanda di entrare in quel duello tra morte e vita.”

Mons. Gianotti ha ricordato che nella notte di Pasqua sono state battezzate due donne provenienti dallo Sri Lanka e dall’Albania.

Questa notte Abbiamo battezzato due donne dallo Sri Lanka e dall’Albania: “Ho chiesto loro – ha spiegato il vescovo Daniele – di professare la loro fede, anzitutto attraverso la rinuncia: rinuncia al male, al peccato, a Satana, e a tutti i comportamenti e le scelte nei quali si manifesta ancora l’«uomo vecchio», l’uomo del peccato; per poi chiedere loro ciò che tra poco domanderò ancora a me e a tutti voi, di rinnovare cioè l’adesione nella fede a Dio Padre, al Signore Gesù, e allo Spirito che è il loro dono comune. Qui entriamo in quel prodigioso duello che continua tutti i giorni. Anche in noi. I sacramenti del battesimo e dell’Eucarestia ci permettono di affrontare la lotta sapendo che Cristo ha fatto tutto l’essenziale e noi diventiamo testimoni della vita che vince la morte.”

Nelle preghiere dei fedeli si è pregato per papa Benedetto XVI che proprio oggi compie 90 anni.

 

 

GALLERIA FOTOGRAFICA IN   ww.ilnuovotorrazzo.it





Visite: 483
Stampa



Copyright © ENTE DIOCESI DI CREMA - piazza Duomo, 27 - 26013 CREMA (CR) 0373.256565 - Crediti